MOMPERONE

Il Comune di Momperone

Il comune di Momperone si trova in Piemonte, provincia di Alessandria, nel comprensorio di Tortona dalla quale dista 17 Km, lungo la val Curone.

La storia…

Il paese odierno di Momperone, un tempo chiamato Mompolono, si forma presumibilmente a cavallo fra il IX e l’XI secolo, quando Carlo Magno, re cattolico dei Franchi, per amministrare il suo regno, concesse i territori in feudo a personalità facoltose delle varie zone assegnando loro i titoli di conte, duchi e marchesi.

L’abitato di Momperone era nel medioevo, come oggi, centro di riferimento per le numerose frazioni situate alla destra del torrente Curone. La sua parrocchia faceva infatti capo alla pieve ormai scomparsa intitolata a S. Vittore edificata nell’omonima frazione, che aveva giurisdizione sulle parrocchie limitrofe collinari di Pozzol Groppo, Casasco e Montemarzino.

Nel corso dei secoli successivi questo luogo di culto, venne man mano trasferito, ampliato e sistemato in stile barocco e oggi al suo interno si possono ammirare le decorazioni del pittore tortonese del novecento Pietro Mietta, l’interessante altare maggiore in marmo fatto erigere con il contributo dei parrocchiani dal parroco Don Carlo Bellingeri nell’agosto del 1809 in sostituzione di quello vecchio in legno, i Misteri del Rosario dipinti su uno dei due altari laterali e parzialmente recuperati nel corso di un restauro degli anni ‘70, il presbitero decorato dal pittore torinese Delle Ceste con il suo coro ligneo recentemente portato alla sua antica bellezza e una statua in legno rappresentante S. Vittore, opera dello scultore Don Leopoldo Corazza.

Cosa visitare…

All’interno del Comune è possibile visitare luoghi di interesse turistico, naturalistico, sportivo, gastronomico e molto altro.

A lato della piazza principale del paese è possibile ammirare una quercia farnia secolare.

Volgarmente chiamata quercia o rovere, a differenza di queste ultime tipicamente montane questa è più un albero di pianura e predilige un clima temperato. Dal 1999 è censita fra le alberature monumentali del Piemonte.

A pochi minuti dal centro del paese, lasciata la strada provinciale per Caldirola, dopo aver attraversato il ponte sul Curone e svoltato a sinistra, ci si trova in un’area verde comunale attrezzata aperta al pubblico, dotata di acqua potabile, barbecue e tavoli in legno sui quali poter cuocere le pietanze e mangiare al sacco, con adiacente un campetto di calcio anch’esso aperto al pubblico, per divertirsi in assoluta libertà.

Percorse poche altre centinaia di metri si incontra l’unico antico mulino ad acqua di età feudale ancora funzionante in valle, con macine in pietra alla francese. La sua grande ruota mossa dall’acqua che innesta i vecchi ingranaggi è uno spettacolo affascinante.

In località “Carona”a stretto contatto della natura si può facilmente notare la Club House che accoglie gli sportivi amanti del golf. Il campo è lungo 6.240 metri, 18 buche par 72 ed occupa un’area di 75 ettari.

Il Golf & Country Momperone accoglie golfisti e amanti della natura anche con un centro benessere dotato di piscina esterna, solarium, idromassaggio, bagno turco, sauna e svariate sale-massaggio e fitness. Il ristorante con vista panoramica e bar aperti anche al pubblico contribuiscono poi a completare all’offerta turistica con la presentazione di piatti creati con materie prime di alta qualità tipiche dei luoghi, gratificando così i visitatori con un valore aggiunto non facilmente riscontrabile altrove.

I prodotti del territorio…

Il paese, come tutta la val Curone, hanno molto da offrire al turista di oggi che va alla ricerca della qualità e dell’eccellenza. La loro economia, per tradizione prevalentemente agricola-turistica, presenta una ricchezza di sapori e prodotti tipici invidiabile dovuta soprattutto al territorio mai contaminato da fabbriche e industrie e da sempre presidiato da ottimi vigneti di barbera, cortese, timorasso; le piantagioni di pesche e mele; il salame “Nobile del Garolo”; il formaggio “Montebore”.

Anche la Pro loco di Momperone è da tempo parte attiva nel valorizzare i prodotti tipici locali. Sono ormai ventuno anni che da giugno a settembre i suoi soci organizzano con cadenza quindicinale tradizionali serate gastronomiche accompagnate dal ballo in piazza, proponendo ai numerosi visitatori agnolotti, malfatti, braciole, salamini e frutta di stagione. Il successo di tali iniziative ha permesso all’associazione di promuovere il territorio e contemporaneamente portare avanti importanti progetti di abbellimento e di riqualificazione di alcune aree del paese.

Lascia un commento

Your email address will not be published. All fields are required.