Gita alle grotte di San Ponzo

 

Escursione consigliata :

Partenza: Guardamonte

Arrivo: San Ponzo Semola

Dislivello: 380m

Durata A/R: 3h

Difficoltà: Facile

Dal suggestivo centro storico di San Sebastiano Curone (AL) ci si può dirigere a Musigliano in macchina e proseguire a piedi verso Guardamonte dove è possibile visitare l’Osservatorio astronomico e il sito archeologico del Guardamonte.

Il sito archeologico del Guardamonte è posto proprio sulla linea di confine tra la Lombardia e il Piemonte, nel territorio dei Comuni di Gremiasco, Cecima e Ponte Nizza. Qui sono conservati i resti di una continuità abitativa che perdurò, con alcune brevi fasi di abbandono, per circa 5000 anni, a partire dal Neolitico Medio (prima fase della cultura del Vaso a Bocca Quadrata, V millennio a.C.) fino all’inizio dell’età romana imperiale (I-II secolo d.C.).
La maggior parte dei ritrovamenti sono riferibili al periodo in cui il Guardamonte venne strutturato come abitato terrazzato del tipo “a castelliere”: questo periodo vide due grandi fasi, una più antica databile all’età del Bronzo (tra il Bronzo Medio e il Bronzo Finale, XVI-IX sec. a.C.) e una più recente, databile alla seconda età del Ferro (VI-III secolo a.C.), riferibile a genti appartenenti alla cosiddetta cultura ligure (per maggiori info https://ilcastelliere.wordpress.com/il-sito-archeologico/)

Il Planetario e Osservatorio di Ca’ del Monte è armonicamente inserito nel fianco della collina ed è concepito proprio per costruire un dialogo continuo e integrato tra le attività di ricerca, didattica e divulgazione. I diversi ambienti che costituiscono la struttura (la cupola centrale del Planetario, le due laterali e il teatro retrostante) sono interconnessi tra loro nello svolgimento dell’attività di osservazione che va dalla raccolta ed elaborazione dei dati fino alla loro comunicazione ai diversi utenti coinvolti. La zona dell’Oltrepò, data la sua specifica collocazione geografica, è il luogo ideale per l’osservazione astronomica. La vicinanza del mare, infatti, conferisce all’atmosfera una straordinaria stabilità che permette di godere di un cielo terso e trasparente (Per maggiori info e per sapere eventi dell’Osservatorio http://www.osservatoriocadelmonte.it/)

Poco distante dall’osservatorio parte la strada verso San Ponzo. Punti di particolare interesse sul percorso sono le Grotte di San Ponzo dove la tradizione medievale vuole sia stato rinvenuto il corpo del Santo e le pareti rocciose a strapiombo conosciute come Falesie di Guardamonte. Arrivati a San Ponzo merita una breve visita la chiesa parrocchiale risalente al XII secolo, da qui seguiamo i cartelli che indicano le Grotte di San Ponzo, costeggiando prima un torrente e poi salendo nel bosco con ampi tornanti. Arriviamo ad un piazzale, prendiamo il sentiero che sale sulla destra, e in breve ci troviamo alla cappella del santo e alla grotta dove si dice egli dormisse. Torniamo sui nostri passi fino al piazzale e proseguiamo sulla strada sterrata fino al cartello che indica il percorso archeologico circolare (qui infatti sono stati ritrovati reperti del IV secolo a.C.). Ritorniamo per la stessa via dell’andata.

Lascia un commento

Your email address will not be published. All fields are required.